Xavier Villanueva: "Casa Batlló è sempre in fase di restauro"

Xavier è architetto e membro del team di restauro di Casa Batlló. Dal 2013 è direttore del cantiere della Casa e coordina gli interventi di conservazione e riabilitazione dell’edificio, oltre al rispetto dei criteri patrimoniali necessari per un monumento che è patrimonio dell’umanità. In questa intervista ci descrive il passato del restauro, la sua evoluzione e le sfide presenti e future.

Che interventi state svolgendo al momento?Stiamo restaurando i rivestimenti del Piano Nobile, ossia recuperando lo stucco originale di pareti e tetti del piano principale della Casa, dove viveva la famiglia Batlló.  Contemporaneamente, abbiamo iniziato i lavori di conservazione e manutenzione della facciata. Questa è la parte visibile del restauro, quella che il visitatore può vedere. Stiamo anche recuperando vari elementi funzionali e decorativi: lampade,porte e finestre, sostegni, parti di ceramica e ferro…

Quando è iniziata la pianificazione del restauro attuale di Casa Batlló?Cinque anni fa abbiamo definito quello che chiamiamo Piano principale, nel quale descriviamo chi siamo, chi vogliamo essere, come dobbiamo svilupparci e, soprattutto quali sono i criteri di intervento patrimoniale e architettonico che si devono rispettare. Questo documento è approvato dai diversi enti del patrimonio e permette a qualsiasi persona che intervenga di condividere gli stessi criteri. È stato fatto un lavoro molto importante in due anni che ha permesso di effettuare una radiografia dell’edificio dal 1875, prima che Casa Batlló fosse come la conosciamo oggi.  Partendo da questo primo documento, abbiamo definito gli interventi nel corto, medio e lungo periodo. Adesso stiamo lavorando in quelli di corto periodo, una fase che durerà 3 o 4 anni.

Offrire visibilità ai visitatori è una grande sfida

Che cosa è stato fatto durante questo periodo?Sottolineerei gli interventi relativi alla fornitura di acqua ed elettricità, il rafforzamento delle strutture e il miglioramento dei sistemi di rilevamento ed estinzione di incendi. Abbiamo anche effettuato interventi nel tetto, migliorandone l’impatto ambientale… Adesso ci troviamo in un momento molto bello ed emozionante, perché stiamo lavorando contemporaneamente al restauro del Piano Nobile e della facciata, due dei gioielli più importanti dell’edificio.

 

 

Parlaci del restauro della facciata.In realtà non è  un restauro ma un intervento che ha come obiettivo la conservazione e la manutenzione. Il restauro vero e proprio della facciata è avvenuto nel 2001. Adesso, stiamo esaminandola nuovamente per verificare che tutto quello che è stato effettuato 17 anni fa è stato adeguato e verificare che non si siano sviluppate nuove patologie.

Come si svolge questa verifica?Ascoltando la facciata. A tale scopo, picchiettiamo con attenzione la facciata per rilevare echi. Quando si ascolta un eco, esiste un problema, Significa che il rivestimento ondulato creato da Gaudí si sta staccando dalla facciata originale. In questo caso, è necessario ripararlo.

Quali sono le seguenti fasi?Innanzitutto, procediamo alla pulizia. Eliminiamo il 100% della sporcizia, soprattutto polvere e inquinamento. Inoltre, restauriamo i balconi, sia gli elementi di pietra che i corrimano di ferro fuso. Successivamente, proteggiamo i 5 tipi di elementi presenti nella facciata: ceramica, pietra, legno, vetro e ferro. Ogni materiale deve essere trattato in modo diverso.

Quali sono le problematiche dell’intervento sulla facciata?Recuperare l’originale al massimo e preservare il deterioramento naturale degli elementi. A parte, abbiamo definito una passeggiata in modo che i visitanti possano camminare lungo le impalcature e avvicinarsi alla facciata, ammirarla da vicino, sentirla…. È un’esperienza unica che si svolge in una delle zone più emblematiche e spettacolari.

Quali sono le sfide del Piano Nobile?Molte. Per iniziare, la qualità dello stucco, il suo processo di elaborazione e la varietà cromatica. In una sala ci sono toni arancioni e rossi, in un’altra rosa, in un’altra grigi e azzurri… Ogni spazio che restauriamo è diverso e ha subito diversi livelli di intervento in passato, aggiungendo complessità al processo.  Inoltre, ci sono le sfide che compaiono sul campo. Pensa che i test effettuati nel processo di indagine sono stati limitati. Una cosa è analizzare un frammento di parete, un’altra recuperare tutta una sala. In questo senso, il lavoro porta a continue scoperte e ci sono sempre sorprese. Per questo, abbiamo deciso di combinare visita culturale e restauro. Vogliamo condividere con i visitatori le scoperte effettuate in tempo reale.

Una sfida maggiore, no?Sì, offrire visibilità ai visitatori è una grande sfida. Restauriamo ogni sala in un momento diverso e ogni chiusura richiede un lavoro di pianificazione molto importante… A parte, abbiamo sviluppato diverse iniziative per spiegare e dare visibilità al restauro.

Quali sono queste iniziative?Abbiamo posizionato barriere con finestre circolari per far vedere al visitatore come lavora il team di restauro e abbiamo proiettato diversi tunnel trasparenti perché si sommergano completamente nell’intervento. Abbiamo tablet con informazioni, diversi streaming che mostrano il processo in diretta e personale preparato specificamente per risolvere qualsiasi dubbio del visitatore sul restauro.

Quando finirà il restauro?Mai! Casa Batlló è sempre in fase di restauro. Dopo questa fase, ce ne saranno molte altre. Come ti ho detto, si tratta delle prime fasi di un progetto di maggior respiro. Inoltre, la Casa riserva ancora molti misteri. Ogni volta che si effettua un buco, si trova una sorpresa.

Per terminare, quali saranno i prossimi passaggi?Al momento, non posso parlarne. Posso assicurarti che saranno sorprendenti e miglioreranno sia la qualità della visita che la conservazione della Casa.

Vi informiamo che Casa Batlló se utilizzate i cookie di terze parti per ottenere informazioni dagli utenti che accedono al web. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar