Finca Güell

Fu la prima opera che Gaudí realizzò per quello che fu il suo mecenate e amico. Fu l’inizio di un intenso e prolifico rapporto professionale. Güell possedeva vari edifici a Barcellona in quella che attualmente conosciamo come Zona Universitaria e commissionò a Gaudí la progettazione del muro e delle porte di accesso alla proprietà. Gli chiese anche di costruire le stalle per i cavalli e altri piccoli edifici in cui Gaudí avrebbe usato per la prima volta le piastrelle spezzettate, o quello che sarebbe divenuto universalmente noto come “trencadís“, nome che deriva dal verbo catalano “trencar“, che significa spezzare.

La parte più importante di questo complesso è sicuramente il grande cancello in ferro: opera monumentale e impressionante lavoro artigianale in cui Gaudí combinò tutte le tecniche di lavorazione del ferro. Oggi la reliquia più importante di questo spazio è il drago. Gaudí riprodusse la leggenda di Ladon, il drago che protegge l’entrata del giardino delle Esperidi, in omaggio al poeta Verdaguer e alla sua opera “L’Atlàntida”.