Finca Güell

Fu la prima opera che Gaudí realizzò per quello che fu il suo mecenate e amico. Fu l’inizio di un intenso e prolifico rapporto professionale. Güell possedeva vari edifici a Barcellona in quella che attualmente conosciamo come Zona Universitaria e commissionò a Gaudí la progettazione del muro e delle porte di accesso alla proprietà. Gli chiese anche di costruire le stalle per i cavalli e altri piccoli edifici in cui Gaudí avrebbe usato per la prima volta le piastrelle spezzettate, o quello che sarebbe divenuto universalmente noto come “trencadís“, nome che deriva dal verbo catalano “trencar“, che significa spezzare.

La parte più importante di questo complesso è sicuramente il grande cancello in ferro: opera monumentale e impressionante lavoro artigianale in cui Gaudí combinò tutte le tecniche di lavorazione del ferro. Oggi la reliquia più importante di questo spazio è il drago. Gaudí riprodusse la leggenda di Ladon, il drago che protegge l’entrata del giardino delle Esperidi, in omaggio al poeta Verdaguer e alla sua opera “L’Atlàntida”.

Vi informiamo che Casa Batlló se utilizzate i cookie di terze parti per ottenere informazioni dagli utenti che accedono al web. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar