Casa Milà ("La Pedrera")

Casa Milà, nota come La Pedrera (“cava” in catalano), è l’ultima opera civile di Antoni Gaudí, iniziata nel 1906 e completata nel 1912. Sebbene Antoni Gaudí sia noto soprattutto per il suo periodo modernista, quest’opera è considerata “moderna”. Inserita nell’elenco del patrimonio mondiale nel 1984, quest’opera è stata, insieme a Park Güell e Palau Güell, uno dei primi siti dell’era industriale a essere inserito nella lista dei luoghi più eccezionali a livello mondiale. Il soprannome “La Pedrera” deriva dal suo aspetto esterno, che vede un grande utilizzo della pietra, prevalentemente per la progettazione della facciata e dei balconi.

La Pedrera

Come si arriva alla Pedrera?

Ci si può arrivare con i mezzi pubblici prendendo la linea 3 (verde) e la linea 5 (blu) della metropolitana, alla fermata Diagonal. Casa Milà si trova in calle Provença, all’angolo con Paseo de Gracia.

Quando visitare La Pedrera?

La Pedrera è aperta tutti i giorni dell’anno, anche se a seconda dei periodi gli orari possono cambiare.
Dall’1 marzo al 3 novembre: dalle 9 alle 20:30
Dal 4 novembre al 28 febbraio: dalle 9 alle 18:30

La Pedrera Casa Mila

10 curiosità sulla Pedrera

1. Lo sapevi che Antoni Gaudí ha realizzato solo 3 edifici residenziali? Il primo è stato Casa Calvet, seguito da Casa Batlló e infine da Casa Milà.

2. Antoni Gaudí non ha ultimato La Pedrera come avrebbe voluto a causa di discordanze con la famiglia Milà. Inizialmente voleva inserire una grande scultura della Vergine Maria sulla vetta dell’edificio, idea che non ebbe successo. Da questo punto di vista si è trovato in disaccordo non soltanto con la famiglia, ma anche con i vicini e con lo stesso Comune di Barcellona.

3. Lo sapevi che La Pedrera veniva ridicolizzata ai suoi tempi? Prendendo in giro il suo stile moderno, è stata paragonata a un parcheggio di Zeppelines, come mostra questa vignetta pubblicata sul quotidiano satirico L’Esquella de la Torratxa.

La Pedrera Roof

4. Casa Milà vanta una delle terrazze più simboliche della città grazie ai camini scultorei e alle prese d’aria che Antoni Gaudí ha progettato per questo edificio emblematico. Seguendo il suo stile abituale, Gaudí ha progettato una terrazza ricca di curve per scopi decorativi ma anche funzionali, consentendo una migliore distribuzione della luce attraverso i due enormi patii.

5. Dalla terrazza della Pedrera si vede la Sagrada Familia. Proprio come accaduto per la terrazza di Casa Batlló, l’architetto aveva a disposizione uno spazio da cui ammirare la sua opera più importante: la Sagrada Familia.

Casa Mila

6. Lo sapevi che La Pedrera ha ispirato George Lucas? Sebbene non sia un’informazione certa, alcuni sostengono che il regista e creatore di Star Wars si sia ispirato ai caminetti della Pedrera per la progettazione degli elmi dei soldati imperiali.

7. Antoní Gaudí, pioniere del riciclaggio. L’architetto utilizzava vetro e ceramica di scarto a scopo decorativo, sia nei camini e nelle prese d’aria che nella produzione di trencadís.

8. La Pedrera è stata la prima casa sul Paseo de Gracia con parcheggio sotterraneo per le carrozze. Questa è una delle curiosità sulla costruzione dell’edificio. Un’altra riguarda il fatto che non esiste un solo muro portante in tutto l’edificio, vi si trovano solo colonne e spazi aperti.

9. La pietra utilizzata per il piano terra della Pedrera proveniva inizialmente dalla cava di Garraf, poi venne utilizzata la pietra di Vilanova. Entrambi luoghi distano rispettivamente 30 e 50 km da Barcellona.

10. Usi attuali della Pedrera. Attualmente, una parte dell’edificio è ancora una residenza, mentre l’altra è diventata un centro culturale gestito dalla Fondazione Catalunya La Pedrera. Questo centro ospita un’area per uffici e altre aree destinate alle visite, come l’ultimo piano o il sottotetto, dove si trova lo Spazio Gaudí, un’area espositiva dove è possibile ammirare i modelli delle opere più importanti dell’architetto.

Interior de la Pedrera

Vi informiamo che Casa Batlló se utilizzate i cookie di terze parti per ottenere informazioni dagli utenti che accedono al web. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar